Terme Salus Spa & Resort

Scopri la Tuscia

BEATA CULTURA

VITERBO CITTA’ DEI PAPI
“Beata cultura” è un percorso che condurrà i nostri ospiti in un viaggio attraverso Viterbo e la Tuscia, arricchito dalla prelibatezza dei nostri prodotti tipici, da assaporare nelle straordinarie cornici medievali, rinascimentali ed ambientali, ed ogni giorno sarai coccolato dalla scoperta di una nuova esperienza nella nostra Thermal Spa.
Cinque giorni per unire le tre anime della nostra terra: natura, arte, gusto.

4 notti / 5 giorni
€ 880 dbl / € 640 dus

SERVIZI DELL'HOTEL
• Pernottamento in camera Superior e prima colazione
• Accesso al Percorso Etrusco Wellness in Thermal Spa fino alle 20.00
• Dinner in hotel – bevande escluse

PRIMO GIORNO - PASSEGGIATA NEL MEDIOEVO
Un viaggio nel cuore di Viterbo, quella piazza San Lorenzo in cui si specchiano il Palazzo Papale, la Cattedrale e il Museo del Duomo, arricchito dalla prelibatezza dei nostri prodotti tipici, da assaporare nella straordinaria cornice del Quartiere Medievale di San Pellegrino.

SECONDO GIORNO - UN PANORAMA MOZZIAFIATO
Alla scoperta dei punti panoramici più scenografici della Tuscia.
Dalla famosa Civita “la città che muore, alla splendida veduta del lago di Bolsena dalla Rocca dei Papi di Montefiascone. Posto sulla Torre del pellegrino nella rocca dei Papi è presente anche un potente binocolo che permette di apprezzare i territori di ben quattro regioni italiane.

TERZO GIORNO - TRA I GIARDINI DEL RINASCIMENTO
In viaggio nella terra dei Farnese attraverso le architetture e i giardini delle più note famiglie nobiliari del rinascimento.

QUARTO GIORNO - IL MISTERO DEGLI ETRUSCHI
Un viaggio attraverso i secoli alla scoperta delle tombe dipinte e delle produzioni artigianali più importanti del Lazio preromano.

QUINTO GIORNO
• Colazione in hotel e partenza

PRENOTA

SALUS E CULTURA

Il nostro albergo è profondamente radicato nel proprio territorio a cui contribuisce non solo garantendo ai visitatori la migliore ospitalità possibile, ma anche organizzando iniziative culturali di assoluto rilievo: concerti della migliore musica jazz internazionale, mostre fotografiche, esposizioni, eventi enogastronomici, convegni e seminari su temi di filosofia, arte e letteratura.

CIVITA DI BAGNOREGIO

Stagliata sul magnifico scenario dei Calanchi, Civita di Bagnoregio è un antichissimo borgo che sorge su uno sperone di roccia tufacea soggetto a fenomeni di sgretolamento e frane. Nel tempo, parti significative della cittadina sono state divorate da questa implacabile erosione, tanto da essere anche conosciuta come “La città che muore”. Quanto oggi ne resta è uno spettacolo che toglie il fiato, capace di attirare visitatori da tutto il mondo.

IL GIARDINO DELLE PEONIE

A Vitorchiano, a pochi chilometri da Viterbo, si trova la più vasta collezione al mondo di peonie arboree ed erbacee cinesi. Il Centro Botanico Moutan, che si estende su un’area di ben quindici ettari, raccoglie circa seicento differenti varietà e ibridi naturali appartenenti alle specie botaniche conosciute, alcune delle quali estremamente rare, come la Rockii, varietà spontanea degli altopiani del Tibet, in grado di sopportare temperature estreme, anche al di sotto dei venti gradi centigradi. Nei mesi di aprile e maggio, periodo di massima fioritura, consigliamo di visitare il suggestivo Giardino delle Peonie: uno splendido colpo d’occhio, un’occasione unica per incantare lo sguardo e arricchire il proprio giardino.

I MONTI CIMINI

Territorio noto per la produzione di castagne e nocciole di altissima qualità, i monti Cimini rappresentano la destinazione perfetta per chi vuole immergersi nel verde di boschi romantici e misteriosi. A nord sono alti e solenni, costellati da suggestivi paesi come Soriano, molto amato da Pirandello, Bomarzo con il suo eccentrico Parco dei Mostri, San Martino con la sua splendida abbazia gotica. A sud i Cimini si fanno più dolci e, attraverso il monte Fogliano, conducono infine a Vetralla e al suo tortuoso centro storico. Nel mezzo, tappa obbligatoria è la riserva naturale del lago di Vico con la sua atmosfera assorta e sognante.

VULCI E TARQUINIA

La Tuscia è terra di etruschi (“tuscus”, in latino, significa appunto “etrusco”). Nella provincia di Viterbo i siti etruschi più rilevanti sono Vulci e Tarquinia. Vulci presenta una necropoli con tombe di fondamentale importanza quali, ad esempio, il grandioso tumulo della Cuccumella (alto 18 metri e con un diametro di 75) e la tomba François. Anche a Tarquinia, deliziosa cittadina d’impianto medievale caratterizzata dalle sue numerose torri e dalla vicinanza al mare, è presente un’eccezionale necropoli etrusca, celebre in particolare per i suoi splendidi affreschi, oggetto di studio e d’ammirazione in tutto il mondo.

Utilizzando il sito, si dichiara di accettare l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi