Terme Salus

Camera con vista: just a blog

A VITERBO IL CORPO E’ LEGGERO

21/04/2017

Da domani, 22 aprile, fino al 21 maggio, nel cortile di Palazzo dei Priori il bronzo sarà leggero come un foulard di seta al vento. E dal momento che tra bronzo e seta ce ne passa un bel po’, allora sarà bene che facciate un salto a vedere con i vostri occhi una simile, irripetibile, trasmutazione, che avrebbe senz’altro fatto rodere dall’invidia qualunque alchimista. Stiamo parlando delle statue di Innocenzo Vigoroso che la nostra città ospiterà nel più centrale dei centrali palazzi viterbesi, Palazzo dei Priori, appunto, sede del Comune.

Intanto, quando vi farete una passeggiata per il centro della nostra città, vi consigliamo senz’altro di entrare nel cortile del suddetto Palazzo, non fosse che per la vista splendida che vi si gode su Viterbo. Così, per l’occasione, avrete anche modo in questo periodo di ammirare l’arte di uno dei nostri più affermati scultori a livello internazionale. Opere di Vigoroso sono infatti presenti in alcune delle più importanti collezioni al mondo.

Caratteristica dello scultore siciliano è l’indefessa ricerca della leggerezza. Come tradurre nel bronzo la fragilità, la mobilità, la sottigliezza, la trasparenza, la morbidezza, la mutevolezza della materia umana? Ovvero, come rendere il bronzo qualcosa di totalmente diverso da se stesso? Le statue che fanno parte di questa mostra all’aperto, intitolata “Il corpo leggero”, sono altrettante, sorprendenti, risposte a tali domande.

Davanti a questi lavori di Vigoroso, in effetti, non si sa mai bene se la carne sia diventata bronzo o se il bronzo sia diventato carne. Il fatto è che entrambe le cose sono già state trascese in direzione di altro che ora le ricomprende, dopo averle scomposte e riformulate: infatti, sono diventate spazio e movimento. Come vedete, fare turismo a Viterbo insegna la purezza trascendentale delle nostre stesse strutture costitutive essenziali. E, intanto, si può anche mangiare un gelato.