Terme Salus

Camera con vista: just a blog

8 MARZO E SAFFO

03/03/2017

Inutile dilungarsi troppo sull’8 Marzo; ma sulla donna, anzi sulle donne (perché sono tutte diverse e non sono una categoria), hai voglia se si potrebbe fare, e sarebbe bene farlo tutti i giorni dell’anno. Ognuna meriterebbe un discorso a sé. Sterminate biblioteche scritte da uomini parlano solo di donne. Se queste non hanno scritto altrettanto è forse perché tutti gli uomini sono in fondo uno e allora non c’è molto da dire. Quindi, per augurare a tutte le donne un buon 8 Marzo, ci limiteremo a dedicarvi i versi della prima grande poetessa occidentale, Saffo, la quale non per niente scrive ad altre donne, di altre donne.
Simile a un Dio mi sembra quell’uomo che siede davanti a te, e da vicino
ti ascolta mentre tu parli con dolcezza e con incanto sorridi. E questo fa sobbalzare il mio cuore nel petto.Se appena ti vedo, subito non posso più parlare: la lingua si spezza: un fuoco leggero sotto la pelle mi corre: nulla vedo con gli occhi e le orecchie mi rombano: un sudore freddo mi pervade: un tremore tutta mi scuote: sono più verde dell’erba; e poco lontana mi sento dall’essere morta. Ma tutto si può sopportare…